mag
21
2019

Buon 38° compleanno, Codice!

Il 21 maggio è un giorno speciale per molti operatori sanitari e per le famiglie di tutto il mondo.
Nel 1981 venne infatti adottato dall’assemblea Mondiale della sanità il Codice Internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno. Un nome assai lungo ed impegnativo per dire qualcosa che invece dovrebbe essere assolutamente scontato ossia che l’allattamento materno è la cosa più naturale, sana, ecologica, salutare, economica, sicura che ci sia e che va promosso e sostenuto e anche protetto dalle indebite interferenze commerciali.
Si tratta di un codice internazionale, composto inizialmente da 11 articoli e aggiornato con risoluzioni ogniqualvolta si sia reso necessario chiarire dei punti, fronteggiare nuove strategie commerciali o aggiornare i dati relativi alla ricerca scientifica.
La premessa è che l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda l’allattamento materno esclusivo per i primi 6 mesi di vita del bambino, mantenendo poi il latte materno fino al secondo anno o oltre (se la mamma ed il bambino lo desiderano) integrando gradualmente con cibi complementari idonei all’età del bambino.
La finalità del Codice è garantire ai neonati una nutrizione sicura ed adeguata, proteggendo l’allattamento da pratiche inappropriate di commercializzazione e distribuzione dei sostituti del latte materno (articolo 1), cosa che purtroppo avviene ancora oggi in varie parti del mondo, Italia compresa.
Il Codice pone delle restrizioni alla reclamizzazione e commercializzazione di tutti i sostituti del latte materno (qualsiasi alimento indicato come idonei nei primi sei mesi di vita, periodo nel quale, come detto, l’allattamento materno dovrebbe essere esclusivo): latte 1, latti speciali, i latti di proseguimento e di crescita, alimenti e bevande complementari, acqua, biberon e tettarelle (articoli 2 e 3). Il testo integrale del codice è scaricabile gratuitamente al seguente link http://www.ibfanitalia.org/codice/

L’applicazione del Codice è monitorata da vari operatori, genitori, associazioni tra le quali Ibfan International di cui fa parte Ibfan Italia.
Nell’ultimo anno, inoltre, sono stati pubblicati i risultati dell’iniziativa mondiale per il monitoraggio dell’evoluzione dei programmi per l’allattamento. La valutazione viene effettuata analizzando 15 indicatori divisi in due parti: i primi 10 riguardano le politiche e i programmi per l’alimentazione dei neonati e bambini (allattamento compreso); gli altri 5 sono inerenti le statistiche su allattamento e alimentazione complementare.
Nel l’analisi del primo gruppo di indicatori l’Italia ha conseguito un punteggio pari a 52 su 100, classificandosi molto bene per quanto riguarda la protezione della madre lavoratrice e il sostegno informativo, sufficientemente bene per quanto riguarda le politiche su HIV e alimentazione dei bambini, per l’implementazione del Codice e per le iniziative baby-friendly (riunite ,nel nostro Paese, sotto la sigla Insieme per l’allattamento). Purtroppo l’Italia ha anche preso delle insufficienze per quanto riguarda il sostegno alle mamme all’interno del sistema sanitario e un punteggio bassissimo per le politiche, i programmi e il coordinamento nazionale degli interventi nel caso di emergenze.
Per gli indicatori della seconda il punteggio complessivo è stato 21 su 50, ma potrebbe risultare migliore se fossero stati analizzati dei dati più recenti poiché negli anni trascorsi dall’indagine ad oggi è migliorata la quantità di bambini per i quali si inizia un allattamento entro la prima ora dalla nascita, la percentuale di bambini con allattamento esclusivo nei primi sei mesi di vita, la percentuale di bambini tra 6 e 8 mesi con un alimentazione complementare.
Resta comunque la criticità della durata media dell’allattamento ,la quale, a sua volta, nasconde delle grandi disuguaglianze territoriali.
Perché le cose continuino a migliorare è necessario anche un continuo monitoraggio dell’applicazione del Codice.
Tale attività può essere messa in atto da chiunque, famiglie comprese ,soprattutto quelle che hanno dei neonati : la collaborazione e preziosa e serve a proteggere i bambini di tutto il mondo .

Di seguito flow chart per individuare le violazioni del Codice.

Grazie a tutte le mamme, le famiglie e gli operatori che in tutta Italia e nel mondo aiutano a far rispettare il codice.
Buon compleanno Codice, buona festa a tutti e tutte!!!

Lascia un commento

Segnala una violazione

Cosa fare per inviarci una violazione del Codice.

Tutto su “TIGERS”

Tigers, il film del premio Oscar Danis Tanovic che denuncia le pratiche scorrette dei produttori di latte artificiale.

IBFAN, da 36 anni in tutto il mondo

Archivio delle news

Argomenti delle news