mag
19
2022

Marketing digitale: tra buoni propositi e realtà

Condividiamo una nota inviata da IBFAN Italia in merito al tema attuale del marketing digitale: non basta esprimere buoni propositi se poi la realtà è ben diversa!

 


 

Spett.le SIN
Spett.le SIP
Spett.le Quotidiano Sanità
e p.c. Al Ministero della Salute
On. Roberto Speranza
e p.c. Al Tavolo Tecnico Allattamento

Firenze, 19 maggio 2022

Oggetto: Nota di IBFAN Italia OdV a commento di una nota1 pubblicata sul sito della Società Italiana di Pediatria e ripresa da Quotidiano Sanità2

Abbiamo letto con piacere la nota del 5 maggio 2022, firmata da Luigi Orfeo, Presidente Società Italiana di Neonatologia (SIN), Annamaria Staiano, Presidente della Società Italiana di Pediatria (SIP), Riccardo Davanzo, Presidente della Commissione allattamento della SIN (COMASIN), e Guglielmo Salvatori, Coordinatore del Tavolo Allattamento della SIP (TASIP), con la quale SIP e SIN chiedono “al legislatore un’attenzione speciale per regolamentare tempestivamente il marketing digitale”. Dopo aver letto e assistito al lancio del rapporto3 dell’OMS che ha dato origine alla nota, condividiamo con SIP e SIN le stesse forti preoccupazioni per gli effetti negativi e dannosi del marketing digitale sull’alimentazione infantile.

Dubitiamo però che, anche ammesso che vi sia la volontà politica, sia possibile legiferare tempestivamente sul tema. Le ragioni sono molte, e sono ampiamente discusse nello stesso rapporto dell’OMS, ma le principali sono due:

1. Per sua stessa natura, il marketing digitale non ha frontiere. Per avere effetto, una legge sul tema dovrebbe essere sovranazionale, per lo meno Europea, nel nostro caso. La richiesta andrebbe perciò indirizzata, possibilmente da parte di tutte le associazioni pediatriche del continente, alla Commissione Europea, oltre che al Governo italiano.
2. Gran parte del marketing digitale non è pubblico, ma personale e individualizzato. Una legge europea potrebbe proibire il marketing visibile a tutti, ma difficilmente potrebbe limitare ciò che non si vede, o meglio che è visto solo da chi lo produce e da chi lo riceve. Questa seconda ragione rende difficile pensare anche al monitoraggio del marketing digitale.

Quanto sopra, però, non esime dal chiedere di fare ciò che è già possibile fare, e cioè mettere in pratica le raccomandazioni di un rapporto dell’OMS pubblicato poche settimane prima di quello sul marketing digitale. Il documento4 si intitola “How the marketing of formula milk influences our decisions on infant feeding” ed è stato lanciato il 23 febbraio 2022. Vale la pena leggerlo, perché riguarda anche il marketing indiretto via operatori sanitari, pediatri e neonatologi in primis. A pagina 7 gli autori del rapporto scrivono: “Le raccomandazioni degli operatori sanitari rappresentano un canale chiave per il marketing dei latti formulati. Gli operatori intervistati hanno dichiarato di ricevere commissioni sulle vendite, finanziamenti per ricerca, regali promozionali, campioni di formula infantile e per usi speciali, o inviti a seminari, congressi e altri eventi”. Rimandano poi al capitolo 3 (pagine 12 e 13) per dettagli ed esempi, in alcuni dei quali non è difficile riconoscere il comportamento di alcuni pediatri e neonatologi, e delle loro associazioni professionali.
In conclusione, va benissimo chiedere misure, di là da venire, per contrastare il marketing digitale.
Ma sarebbe bene iniziare dal mettere in pratica ciò che è possibile fare subito, e cioè rispettare pienamente il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno, così come raccomandato dalla Risoluzione dell’Assemblea Mondiale della Salute nel 2016 (leggere in particolare la raccomandazione 6 alle pagine 4 e 5). Speriamo che SIP e SIN vogliano prendere in considerazione questo nostro suggerimento.

PS. Nel frattempo, dal 18 al 21 maggio 2022, si tiene presso l’Hilton Sorrento Palace il 77° congresso nazionale dalla SIP. Nel programma5 appaiono 58 sponsor; tra questi: Abbott, Danone, Dicofarm, Hipp, Humana, MAM, Nestlé, Plasmon e Reckitt, cioè le ditte implicate nel marketing digitale che la SIP vorrebbe tempestivamente regolamentare.

Avv. Claudia Pilato
Presidente IBFAN Italia odv

1 https://sip.it/2022/05/09/latte-artificiale-sin-e-sip-chiedono-regolamentazione-del-marketing-digitale/
2 https://www.quotidianosanita.it/lavoro-e-professioni/articolo.php?articolo_id=104576
3 https://www.who.int/publications/i/item/9789240046085
4 https://www.who.int/publications/i/item/9789240044609
5 https://www.sip2022.it/

 

Info sull'autore:

Lascia un commento

Segnala una violazione

Cosa fare per inviarci una violazione del Codice.

Tutto su “TIGERS”

Tigers, il film del premio Oscar Danis Tanovic che denuncia le pratiche scorrette dei produttori di latte artificiale.

IBFAN, da 36 anni in tutto il mondo

Archivio delle news

Argomenti delle news