Cosa offriamo

Assistenza Diretta

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Informazione Qualificata

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Organizzazione Eventi

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Tutte le iniziative

I Nostri Gadget

T-Shirts

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Due

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Tre

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Sostienici

Di più su di Noi

La Nostra Soddisfazione

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Cosa dicono di Noi

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

E ancora...

Your content goes here. Edit or remove this text inline.

Aiutaci anche tu

Discussion – 

0

Discussion – 

0

La COP28 proteggerà il futuro e la salute dei nostri figli? La posizione di IBFAN

COOP 28

La COP28 proteggerà il futuro e la salute dei nostri figli?

Posizione di IBFAN sulla COP28, Emirati Arabi Uniti, Dicembre 2023

Le famiglie di tutto il mondo stanno subendo l’impatto disastroso del riscaldamento globale sulle loro vite, sulla loro salute e sui loro mezzi di sussistenza. Sanno che i loro figli saranno direttamente colpiti dai cambiamenti climatici, sia ora che in futuro.

“Le prove scientifiche dimostrano che le donne in gravidanza e in allattamento, i neonati, i bambini e gli adolescenti sono particolarmente vulnerabili ai cambiamenti climatici a causa delle loro fasi particolari di vita. Nonostante contribuiscano in misura minore alle emissioni di gas serra, i neonati, i bambini e gli adolescenti di oggi e delle generazioni future subiranno le conseguenze peggiori nel corso della loro vita. I neonati e i bambini più piccoli, compresi quelli non ancora nati, sono particolarmente a rischio perché respirano più velocemente, hanno tassi metabolici più elevati e stanno sviluppando il loro sistema immunitario, oltre ad altre vulnerabilità fisiologiche, di sviluppo e comportamentali”.

Alla COP28, i cittadini non vogliono discussioni infinite su parole astratte come adattamento, mitigazione o inquinamento atmosferico. Hanno bisogno di sapere che la COP28 fornirà un piano d’azione per limitare lo smog e la fuliggine, la siccità, le inondazioni e le tempeste che stanno vivendo, proprio adesso.

“Il cambiamento climatico è una minaccia esistenziale per la salute e il benessere di questa e delle future generazioni di bambini. A livello globale, più di 1 miliardo di bambini vive attualmente in Paesi che sono ad “altissimo rischio” per gli impatti del cambiamento climatico. Ciò significa che metà dei bambini del mondo potrebbe subire danni irreparabili a causa del continuo riscaldamento del nostro pianeta. Potrebbero perdere le loro case o le loro scuole a causa di tempeste sempre più violente… potrebbero soffrire di gravi deperimenti perché i raccolti locali si sono prosciugati a causa della siccità… o potrebbero perdere la vita a causa di ondate di calore o di polmoniti causate dall’inquinamento atmosferico”.

Il cambiamento climatico è diventato una crisi climatica e si ripercuote ogni giorno sulla nostra salute. Le preoccupazioni delle nostre famiglie includono:

  • Stare al fresco durante le ondate di calore.
  • Stare al caldo e all’asciutto durante le tempeste e le inondazioni.
  • Rimanere vivi e al sicuro durante i disastri (uragani e tifoni).
  • Mantenere la salute e il benessere in un ambiente inquinato.
  • Mantenere una buona qualità di vita durante l’incertezza economica.
  • Mantenere la propria terra libera da sostanze chimiche e pesticidi tossici.
  • Mantenere la propria proprietà al sicuro per le generazioni presenti e future.
  • Mantenere le fonti d’acqua sicure durante la siccità.

In breve, le famiglie vogliono un futuro per sé e per i propri figli e vogliono sapere quali azioni possono intraprendere.

Una sola salute

La salute del nostro pianeta, e quella dei suoi abitanti e di tutta la vita sulla terra, non è solo interconnessa, ma indivisibile. Il Direttore generale dell’OMS ha dichiarato: “È urgente una trasformazione dei sistemi alimentari mondiali, basata su un approccio Una Sola Salute che protegga e promuova la salute degli esseri umani, degli animali e del pianeta”.

È difficile per le popolazioni adattarsi a queste situazioni di disastro causate dai cambiamenti climatici. Dobbiamo cominciare dall’inizio per mitigarne l’impatto: il modo in cui produciamo il cibo e il modo in cui nutriamo le popolazioni più giovani e vulnerabili e i loro genitori sono i primi passi critici per affrontare le preoccupazioni urgenti delle nostre famiglie.

Fin dall’inizio

L’approccio “Una salute per tutti – Tutti per una salute” deve iniziare fin dall’inizio, con i nostri neonati e le loro madri. L’allattamento è il primo alimento e la prima medicina del neonato. L’OMS raccomanda pratiche ottimali di alimentazione dei neonati e dei bambini, definite dall’avvio precoce e dai sei mesi di allattamento esclusivo, proseguendo l’allattamento per due anni e oltre, integrato da alimenti familiari sicuri e nutrienti, prodotti localmente usando un’agricoltura sostenibile.

  • L’allattamento protegge in tempi di crisi e conflitti.
  • L’allattamento salva vite in situazioni di disastro causate dai cambiamenti climatici.

“Quando le famiglie sono costrette ad abbandonare le loro case, con scarso o nullo accesso al cibo, all’acqua potabile, ai servizi igienici e all’assistenza sanitaria di base, sono i neonati e i bambini piccoli a essere più vulnerabili alle malattie infettive e alla malnutrizione grave. Nelle emergenze, l’allattamento è una linea di vita. In queste situazioni, l’allattamento garantisce una fonte di cibo sicura, nutriente, disponibile e conveniente per i bambini e uno scudo protettivo contro le malattie e la morte. Anche quando la dieta di una madre è sbilanciata o limitata, essa continua a produrre latte materno nutriente che rafforza il sistema immunitario del bambino”.

La messa in pratica di un’alimentazione ottimale dei lattanti e dei bambini secondo le raccomandazioni dell’OMS evita l’uso di formule e di alimenti ultra-processati che contribuiscono al cambiamento climatico. Queste formule e alimenti per bambini sono prodotti su scala industriale ed esportati o importati in tutto il mondo. Ogni chilogrammo di questi prodotti richiede un uso intensivo di risorse scarse, energia, acqua e terra. È dimostrato che la produzione di formule e alimenti per l’infanzia altamente trasformati aumenta le aree usate per l’allevamento intensivo di bestiame da latte, genera scarsità d’acqua e aumenta l’inquinamento da rifiuti, pesticidi tossici e fertilizzanti, mentre il trasporto aumenta le emissioni di gas serra.

Impatto del cambiamento climatico sulla salute: donne e bambini sono i più a rischio

Le donne in gravidanza sono esposte ai peggiori effetti del riscaldamento globale; la sopravvivenza e lo sviluppo sano di neonati e bambini sono minacciati dalle crisi climatiche. Gli impatti dello stress da calore sulle donne in gravidanza e sulla salute prenatale includono effetti anche prima della nascita e possono portare a parti prematuri.

Non solo le future madri e le madri che allattano, ma tutte le donne e le loro famiglie meritano il sostegno e la protezione della comunità. “La visione dell’UNICEF per l’allattamento si basa sulla consapevolezza che lo stesso non è un lavoro per una sola donna; che per farlo funzionare è necessaria una leadership governativa e il sostegno delle famiglie, delle comunità, dei luoghi di lavoro e del sistema sanitario.”

Tattiche di marketing pervasive e manipolative minano la libertà di scelta delle donne

Tutte le prove scientifiche dimostrano che un’alimentazione ottimale dei bambini protegge la salute del nostro pianeta e dei suoi abitanti, riducendo i danni alla salute, all’ambiente e all’economia. Tuttavia, i produttori usano una pubblicità strumentale e una promozione intensiva per espandere il mercato delle formule commerciali e di altri alimenti ultra-processati. Le famiglie dovrebbero poter prendere decisioni sull’alimentazione dei loro neonati, bambini e ragazzi libere da pressioni commerciali.

Dopo i 6 mesi, i bambini mangiano i primi alimenti familiari. L’allattamento deve essere sostenuto per tutto il tempo che la famiglia desidera. Il latte materno continua a fornire preziose fonti di nutrimento, soprattutto se integrato da alimenti familiari preparati in casa, che sono poco elaborati e offrono quindi un buon rapporto qualità-prezzo. L’agricoltura locale sostenibile fornisce alimenti biodiversi, affidabili e culturalmente appropriati.

Il sostegno della comunità può essere minato dal marketing e dalla promozione di alimenti formulati e ultra-processati. Per questo motivo il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno è fondamentale. Il nuovo marketing digitale che usa i social media e gli influencer è particolarmente predatorio e deve essere affrontato dall’Assemblea Mondiale della Sanità del 2024.

Raccomandazioni

Le famiglie e le comunità di tutto il mondo devono creare una pressione forte e sostenuta per convincere i politici e i governi ad agire con determinazione per proteggere, promuovere e sostenere l’allattamento e l’alimentazione familiare ottimale.

Gli operatori sanitari di comunità e i professionisti della salute devono aiutare le donne, le loro famiglie e le loro comunità a capire quali sono le cause del cambiamento climatico e come le loro azioni per modificare la produzione alimentare e le pratiche di alimentazione possono contribuire a ridurre l’impatto del cambiamento climatico.

Proteggere e sostenere le donne che vogliono allattare può sembrare un gesto di poco conto per prevenire i cambiamenti climatici, ma se milioni di donne si rendono conto di avere l’opportunità di fare qualcosa di concreto e potente per proteggere le risorse del pianeta, il loro gesto diventa un atto di empowerment e di speranza.

IBFAN, 7 Dicembre 2023

Per l’originale in inglese: 2023-COP28-statement-by-GIFA-IBFAN

SCARICA IL DOCUMENTO IN PDF COMPLETO CON NOTE E RIFERIMENTI IN ITALIANO Posizione di IBFAN sulla COP28

Segreteria IBFAN

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like